«Finanziato (con 300 mila euro) dalla Regione Puglia l’adeguamento e l’ampliamento del Centro Comunale di Raccolta differenziata di rifiuti». Lo scrive in una nota il Sindaco di San Ferdinando di Puglia Salvatore Puttilli.

«Ennesimo obiettivo programmatico conseguito dalla nostra Amministrazione – prosegue Puttilli – facendo seguito al Progetto approvato in Giunta a febbraio del 2020 e successivamente candidato all’Avviso Pubblico a valere sul P.O.R. Puglia 2014- 2020 – Asse VI – Azione 6.1 – “Interventi per l’ottimizzazione della gestione dei rifiuti urbani” – “Avviso per la selezione di interventi finalizzati alla realizzazione o all’ampliamento e/o all’adeguamento di centri comunali raccolta differenziata di rifiuti” pubblicata sul BURP n° 98 del 29 agosto 2019. L’obbiettivo dell’Avviso Pubblico e della conseguente progettazione del Comune, è quello di favorire la sostenibilità ambientale in materia di rifiuti, adottare misure finalizzate alla protezione dell’ambiente e della salute umana attraverso azioni che, prevenendo e/o limitando gli impatti negativi generati dalla gestione dei rifiuti, realizzano l’efficientamento dei servizi, riducendo al contempo la produzione stessa dei rifiuti così incentivando i migliori modelli e strumenti per aumentare le percentuali di raccolta differenziata attraverso la riorganizzazione del servizio di raccolta in modo da limitare drasticamente le quantità di scarti da avviare allo smaltimento in discarica.

I centri comunali di raccolta, in un’ottica di “sistema integrato” di prevenzione e gestione dei rifiuti, assolvono, inoltre, la funzione di ampliare la gamma dei servizi offerti consentendo il conferimento di frazioni che l’utenza non riesce a consegnare attraverso il servizio di raccolta domiciliare unitamente ad altre frazioni che non sono oggetto di raccolta specifica, contribuendo contestualmente al processo di educazione al “riuso” di oggetti che possono essere scambiati tra privati».

L’ Assessore all’Ambiente e ai Lavori Pubblici, Aniello Masciulli: «L’intervento progettuale prevede l’ammodernamento del Centro Comunale di Raccolta esistente, e la realizzazione di un Centro di Riuso. Il progetto mira ad aumentare la quantità di materiale riciclabile raccolto e nel contempo mira ad aumentare la sensibilità e la consapevolezza dei cittadini in merito al problema ecologico, in vista anche del raggiungimento degli obiettivi posti dalla legislazione nazionale in materia.

Partendo dallo stato dei luoghi e dalle prescrizioni normative è stato possibile definire la consistenza delle opere di adeguamento da realizzare affinché si possa convertire il sito esistente in un moderno centro comunale di raccolta con integrato centro di Riuso conforme alle prescrizioni di legge.

Dopo 4 anni, finalmente il cerchio si chiude, fuoriuscita dal Consorzio, nuovo ARO, nuovi mezzi per la raccolta e nuovo servizio, con il raggiungimento del 63% di raccolta differenziata, gara ponte, gara d’ambito, distribuzione mastelli per la raccolta puntuale ed infine finanziamento del CCR. Il cerchio si chiude con il raggiungimento degli obiettivi previsti dalla nostra amministrazione».

Il Sindaco Puttilli ha poi aggiunti: «Ringrazio l’Assessore Masciulli per l’intenso e costante lavoro svolto nell’esercizio di una delega, quale quella all’ambiente, particolarmente complessa e impattante sulla comunità; il finanziamento dell’opera di ampliamento ed adeguamento normativo del CCR sito in via Trinitapoli, rappresenta un fondamentale strumento di rafforzamento del nostro sistema di raccolta, anche nell’ottica di prevenire lo smaltimento irregolare ed illecito dei rifiuti, fenomeno che, purtroppo, tanto angustia il nostro territorio periferico ed extraurbano».