L’intervento, già previsto nel piano triennale delle opere pubbliche 2021-2023 del Comune di San Ferdinando di Puglia, è stato finanziato, come da relativa comunicazione del Ministero dell’Interno del 8.9.2021, facendo seguito all’istanza del Comune, inviata nel mese di settembre del 2020.

L’articolo 1, comma 139, della legge 30 dicembre 2018, n.145, ha previsto, per l’anno 2021, l’assegnazione di contributi ai Comuni per investimenti relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio, nel limite complessivo di 350 milioni.
Successivamente, il comma 139-bis dell’articolo 1 della citata legge n.145 del 2018, inserito dall’articolo 46, comma 1, lett. b), del decreto-legge 14 agosto 2020, n.104, ha previsto un incremento delle risorse assegnate ai comuni, ai sensi del citato comma 139.
In particolare, le risorse sono state incrementate di 900 milioni di euro per l’anno 2021 e 1.750 milioni di euro per l’anno 2022; tali risorse finalizzate allo scorrimento della graduatoria delle opere ammissibili per l’anno 2021, hanno consentito al Comune di intercettare il relativo contributo di 500 mila euro.

Nei giorni scorsi, precisamente il 9 settembre, con nota congiunta del Sindaco e del Responsabile Economico Finanziario del Comune, è stata formalmente inviata al Ministero la manifestazione di interesse al contributo erariale di che trattasi. Tali assegnazioni di contributi ai Comuni, va precisato, sono confluite nel piano nazionale di ripresa e resilienza e pertanto non appena saranno formalizzate le norme abilitanti e le relative linee guide, verranno fornite agli enti finanziati tutte le indicazioni necessarie circa il corretto utilizzo delle risorse in termine di gestione, monitoraggio e rendicontazione, così come richiesto dall’Unione Europea.

Il Sindaco Puttilli: «Siamo ovviamente soddisfatti per questo ulteriore obiettivo raggiunto, ringrazio in proposito, l’Assessore ai Lavori Pubblici Aniello Masciulli e gli Uffici del Comune per l’attento e puntuale lavoro svolto; il Ministero dell’ Interno ci ha erogato dapprima i contributi per progettare la messa in sicurezza delle nostre scuole (le progettazioni del De Amicis e del Giovanni XXIII sono in itinere) e, nel caso della scuola materna del plesso Ofanto, i contributi utili all’opera pubblica di miglioramento sismico; è utile sottolineare, che trattasi di risorse terze e cioè non a carico del Bilancio Comunale che siamo stati, ancora una volta, capaci di intercettare».

Assessore ai LL.PP. Masciulli: «Raccogliamo, come Assessorato e Settore LL.PP., come Giunta e come Amministrazione, i frutti del nostro lavoro; farsi trovare pronti e inoltrare le istanze in tempo utile, è lavoro di squadra e di questo occorre andar fieri».