Il neo consigliere regionale Giuseppe Tupputi è già al lavoro per consolidare nella Bat la presenza di “Con”, movimento politico che lui stesso rappresenterà in Regione e che ha sostenuto la rielezione di Michele Emiliano.

Sabato sera, infatti, Tupputi ha inaugurato la sede del movimento a San Ferdinando di Puglia, in via Indipendenza al civico 20, la prima della Sesta provincia pugliese, che sarà guidata dal responsabile di sezione Domenico D’Alessandro e da Giacomo Demichele, attuale presidente del Consiglio comunale. L’obiettivo è farne un laboratorio politico e sociale.

«Siamo già all’opera per costruire il futuro gruppo politico, a partire dai giovani attivisti che hanno lavorato con passione per sostenere e aiutare Giuseppe nel corso della campagna elettorale conclusa vittoriosamente», ha annunciato D’Alessandro.

«Dobbiamo essere come una famiglia – ha continuato Demichele – e mettere al centro del progetto le nostre professionalità, a partire da quella di Giuseppe, a cui tocca guidarci per realizzare gli impegni presi in campagna elettorale». E ancora: «Partiremo dall’Agricoltura, per recuperare il tempo perso e correggere gli errori commessi. Questa sezione – ha concluso Demichele – sarà un laboratorio politico, con appuntamenti calendarizzati e tematici per dare risposte immediate al territorio».

«Oggi gettiamo le basi per quello che faremo da qui in poi», ha ribadito il neo consigliere regionale. «Non siamo venuti a San Ferdinando per un mero ritorno elettorale, ma per rinnovare la città. Inoltre vogliamo creare un coordinamento – ha annunciato Tupputi – che unisca i tre comuni ex foggiani, coinvolgendo uomini di esperienza, che conoscono il territorio, come Giacomo, Mimmo, e Michele Della Croce a Minervino Murge».

«Tutti insieme – ha continuato il neo consigliere regionale – dobbiamo sentirci parte integrante del progetto. Un progetto politico e sociale, nel quale viene prima la gente comune. Le figure istituzionali sono solo il mezzo per raggiungere gli obiettivi. Qui la gente deve trovare persone con cui confrontarsi, che sappiano ascoltare e risolvere i problemi. E per arrivare a questo – ha concluso Tupputi – abbiamo bisogno di giovani che sappiano portare avanti le loro idee. Dobbiamo costruire un gruppo in grado di lavorare per il futuro di San Ferdinando».