Festa del Maggio: Accettura invita i pugliesi a partecipare al Premio Letterario “L’albero di rose”

Festa del Maggio: Accettura invita i pugliesi a partecipare al Premio Letterario “L’albero di rose”

Termine per le iscrizioni fissato al 30 giugno, il messaggio del sindaco

Accettura si prepara per la Festa del Maggio 2018, una festa tipicamente pagana e dalle origini antichissime. Un grosso albero viene abbattuto e portato al centro del paese, dove “sposerà”, spogliato di rami e corteccia, un albero più giovane che gli verrà innestato sulla cima. Il rito, che attribuisce agli alberi il potere di generare, si compie soprattutto per propiziare una buona annata agricola. Dal 20 al 22 maggio una serie di eventi renderanno Accettura protagonista in una rassegna che rientra tra le 47 feste più belle del Mediterraneo.

Di concerto alla Festa del Maggio di Accettura, sono partite le iscrizioni per la terza edizione del Premio Letterario “L’albero di rose”. Si tratta di una rassegna dedicata ai culti arborei e al rapporto tra l’uomo e l’albero, che vedrà premiare il prossimo 9 agosto i migliori autori di poesie che parleranno di tali argomenti. Quest’anno l’organizzazione del Premio Letterario “L’albero di rose” vuole allargare i propri orizzonti e l’offerta relativa al bando di concorso. Per questo motivo, arriva l’invito ufficiale a tutti gli autori di poesie in Puglia per partecipare al Premio. L’invito formale arriva dal Sindaco di Accettura, Alfonso Vespe:

«“L’albero di rose”, premio letterario che prende il nome dal simbolo per eccellenza di una festa (l’albero) che nel cuore del mese di maggio, periodo di massima fioritura delle rose, vede una composizione floreale dal bocciolo in fiore in cima al tronco (di un cerro) issato in paese il giorno della festa. Nella prosa, nella poesia l’invito a chi con il cuore narrante vuol dare il suo contributo alla festa con un tratto di penna d’autore. La puglia, popolo affezionato ai secolari ulivi che prolificano in un terreno dai tanti frutti, sa’ dare il giusto valore alla corteccia che protegge il tronco, sodalizio d’amore e patrimonio naturale. I secolari Ulivi pugliesi, dai tanti racconti generazionali, sono certo nascondano punti in comune con i longevi Cerri e Agrifogli Lucani, unione incantevole per avvicinarsi alla natura e trarne ispirazione. “Come una grande Quercia nasce da una piccola ghianda” così un “piccolo” invito Lucano può far nascere una grande amicizia pugliese. Aspetto questo popolo artista e verseggiatore al concorso accetturese, giunto alla sua terza edizione, con il calore pugliese di una terra ricca di espressioni artistiche».

Il bando di concorso è disponibile online sul sito “La presenza di Èrato”. Il termine per le iscrizioni è fissato al 30 giugno 2018.

Festa del Maggio