Religione, D’Ascenzo è stato ordinato Vescovo

Religione, D’Ascenzo è stato ordinato Vescovo

Disponibilità alla chiamata e nella voglia di crescere

Don Leonardo D’Ascenzo è stato ordinato Vescovo nella giornata lo scorso 14 gennaio all’interno del Palasport di Velletri. Sarà lui il nuovo Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie e Nazareth dopo l’annuncio dello scorso 4 novembre con la nomina giunta su decisione di Papa Francesco. La celebrazione di ieri durata ben oltre due ore in un Palasport gremito, celebrazione presieduta da Sua Eccellenza Vincenzo Apicella, Vescovo della Diocesi di Velletri-Segni, ha visto ripercorrere il consueto cerimoniale dell’ordinazione episcopale con i sette segni che ne hanno poi testimoniato l’avvenuta ordinazione. Lo stesso D’Ascenzo, ha scelto di partire da un passo del Vangelo di Luca e cioè “Messis quidem multa”: La messe è molta, ma gli operai sono pochi. Pregate dunque il padrone delle messe perché mandi operai per la sua messe.

Un passo che ha fatto da sfondo al Vangelo di Giovanni letto per l’ordinazione e che ha parlato di quanto sia necessario esser nella disponibilità alla chiamata e nella voglia di crescere. Proprio quanto raccontato da Don Leonardo che al termine della celebrazione ha voluto fare un lungo giro tra i fedeli presenti sugli spalti del Palasport per salutare i tanti convenuti ed in particolare l’ampia delegazione proveniente proprio dall’Arcidiocesi nella quale sarà chiamato ad operare nei prossimi giorni. Lo stesso D’Ascenzo ha voluto ricordare come il suo cammino sia stato molto lineare senza eventi straordinari sino al Rettorato Pontificio del Collegio Leoniano di Anagni. Tra i primi saluti proprio tutti coloro i quali lo hanno seguito nella celebrazione soprattutto anziani e malati. Nei prossimi giorni l’annuncio dell’arrivo nell’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie.